Perle

Le perle in Vetro di Murano

La nostra varietà di perle di Murano si caratterizza per differenti forme, colori e tipologie di lavorazione. Inoltre, le perle in vetro possono essere realizzate piene o soffiate.

La storia delle perle di vetro ha origine millenaria, e trova il suo massimo sviluppo a partire dal XII secolo a Murano su suggerimento di Marco Polo che ne aveva portato alcuni esemplari dall’Oriente. In questa piccola Isola Veneziana si sviluppa la lavorazione delle conterie (nome che deriva da compus, conto, adorno), perle di vetro usate per decorazione ed ornamento.

Star

Le forme

La grande varietà di forme possibili fa si che non si debbano porre limiti alla creatività nella fase di realizzazione di una collana, bracciale e orecchini. Sterminata varietà di forme e di dimensioni, possibilità di varianti cromatiche illimitate e riproposizione delle più importanti e antiche tecniche di lavorazione.

visualizza

FO016

I colori

Dal punto di vista delle colorazioni l’azienda propone la foglia oro e la foglia argento, il pastello, l’opalino, l’alabastro, le trasparenti e le mattate nelle varianti foglia oro e argento.

visualizza

FA_034

Le fantasie

I modelli invece giocano su una estrema varietà di geometrie e lavorazioni, le quali vanno dal “sommerso” al “fiorato”, dal “maculato” allo “zebrato”, dal “mosaico” alla “filigrana”.

visualizza

I segreti di lavorazione delle perle

A seconda della tecnica di lavorazione si possono suddividere in tre grandi categorie di base: la “Conteria”, la “Rosetta” e le “Perle a lume”.

“Conteria” e “Rosetta” sono delle perle da canna, ottenute cioè da canne precedentemente preparate.

Le “Perle a lume” sono invece create una ad una avvolgendo del vetro rammollito al calore di un piccolo bruciatore (lume) attorno ad un tondino di ferro opportunamente preparato e rifinendole in una varietà di modelli praticamente infinita, per cui possono essere arricchite con altri materiali come oro, smalti e avventurina.

La lavorazione a lume è quella con la quale “Gli Ori di Venezia” producono i loro gioielli di vetro.

Sono le più giovani fra le perle veneziane, essendo state prodotte a partire dal 1600.
A seconda delle varie tecniche di esecuzione si possono raggruppare in alcune tipologie: perla socièta, millefiori, sommerso, fiorato.
Ma il numero dei modelli che si possono ottenere dall’uso contemporaneo di più tecniche è praticamente infinito.

La perla socièta è una perla di un unico colore, mentre la sua forma può andare dalla sfera all’ovoidale e a quanti altri modelli la fantasia può suggerire.

Azienda

Perle di vetro Murano

“Gli ori di Venezia” si sono fatti interpreti di questa millenaria tradizione e riescono a riproporre l’intera gamma delle lavorazioni possibile con questa tecnica.

Perla mosaico detta anche millefiori: è ottenuta ricoprendo il leggero strato di vetro molle che si trova attorno al ferro (anima) con tante sezioni di murrina, compattandola mediante l’uso di semplici strumenti e rifinendola secondo il programma stabilito. Sommerso: sopra un piccolo nucleo di vetro monocromatico viene posta della graniglia di vetro colorato che viene successivamente ricoperta con altro vetro trasparente. Se al posto della graniglia viene fatta aderire della foglia d’oro o d’argento si avrà il sommerso oro o il sommerso argento. Fiorato: sopra la solita pallina iniziale viene fatta aderire una fettuccia piatta di avventurina, mentre sulle estremità della perla vengono formati dei decori con dei fili ugualmente di avventurina (vette). L’operazione viene completata con dei puntini colorati rappresentanti dei fiorellini.

Cookie policy   Credits: Realizzazione siti web Venezia