Murrina

Le Murrine

Il “Millefiore”, spesso identificato con la stessa “Murrina”, è una sottile canna di vetro con al suo interno disegni floreali o geometrici.

L’uso della canna di vetro risale ai Fenici e Alessandrini ed in seguito si ritrova anche nelle decorazioni di vasi e ciotole dell’Antica Roma. Nel XVI secolo, questa tecnica viene riscoperta a Venezia ma solo nell’800 diventa arte pura grazie ai Maestri Vetrai di Murano che la raffinano creando l’originale “Murrina“.

La lavorazione secondo tradizione

La canna “Millefiori” nella sua forma originale è tonda, viene coperta da più strati di vetro colorato e passata in stampi diversi per darle la forma di fiore o stella.

Questa sfera tonda viene poi riscaldata e tirata fino a diventare una sottile bacchetta (canna) che mantiene al suo interno il disegno inalterato per tutta la sua lunghezza.

vedi catalogo

La lavorazione secondo tradizione

La canna “Millefiori” viene tagliata in piccoli pezzetti che vengono inseriti in uno stampo seguendo il disegno scelto.

Questo stampo viene messo in forno ad alta temperatura dove i singoli pezzetti si fondono tra loro creando un mosaico, la “Murrina“.

Le nostre Murrine vengono così molate, lucidate e poi montate su oro o argento per diventare unici ed irripetibili gioielli.

Murrina page

Cookie policy   Credits: Realizzazione siti web Venezia